SERIE AR/RI

Settori di applicazione
arredamento

Caratteristiche tecniche
  • Trasportatore formato da pattini gommati , fissati a catene con supporto di cuscinetti a sfera che scorrono lungo guide in acciaio
  • Il carro non necessita di continua lubrificazione
  • Regolazione manuale della velocità di lavorazione e delle mole diamantate
  • Regolazione automatica delle mole lucidanti
  • Una scheda elettronica visualizza e regola l’apertura e la chiusura del cingolo trasportatore in funzione dello spessore da lavorare (AR/2MS – RI/4MS)
  • I mandrini possono alloggiare fino a 2 mole per le diverse lavorazioni
  • Refrigerazione ad acqua con sistema a circuito chiuso
  • Protezioni e sicurezze a salvaguardia dell’operatore
  • Impianto elettrico a norme CE

Utenti
Adatte a piccole, medie e grandi vetrerie. Specifiche per la produzione di specchi, mensole per arredobagno, vetri stratificati, tavoli
Descrizione

Macchina molatrice

rettilinea per la realizzazione del filo dopo il taglio del vetro. La molatrice è in grado di effettuare diversi tipi di lavorazione:

  • filo tondo, che restituisce un bordo lucido e arrotondato;
  • filo piatto, con un bordo perpendicolare alla superficie, lucido, con congiunzione smussata a 45°;
  • filo OG, con doppia smussatura, sia concava che convessa;
  • filo a becco di civetta, con bordo arrotondato a quarto di cerchio, che evita la rifrazione.

Lucidatura all’ossido di cerio (mod.RI/6MC – RI/8M).
La molatura è un’operazione fondamentale per eliminare i bordi affilati risultanti dal taglio delle lastre di vetro, e rende queste ultime maneggiabili e sicure per qualsiasi successiva lavorazione o per l’installazione finale. Occasionalmente, inoltre, soprattutto sui vetri colorati, può essere praticata la molatura allo scopo di ridurre il rischio di shock termico, come procedura alternativa alla tempra.